La chiave dinamometrica

In questo nuovo articolo parleremo di uno strumento molto utile: la chiave dinamometrica. Sebbene molti possano pensare che sia uno strumento che serve solo a chi gestisce un negozio di riparazioni bici, in realtà avere una chiave dinamoetrica è importante anche per il biker amatore a cui piace fare un minimo di manutenzione da sè.

Dobbiamo ricordarci, infatti, che tutte le viti delle nostre biciclette sono soggette ad allentarsi a causa delle vibrazioni e sollecitazioni durante la guida e verificare il loro corretto serraggio è un operazione che andrebbe fatta con una certa regolarità.

La chiave dinamometrica altro non è che una particolare chiave a cricco dotata di un selettore a vite che consente di impostare la coppia massima di serraggio espressa in Nm (Newton Metri).

Utilizzare una corretta coppia di serraggio è fondamentale specie su componenti in carbonio. Stringere eccessivamente ad esempio le viti di un attacco  manubrio o un reggisella può rivelarsi molto pericoloso. Il carbonio tende a creparsi se stretto in maniera eccessiva e spesso non ci si accorge nemmeno di aver esagerato se non quando durante un uscita questo si spacca accidentalmente.

Non occorre spendere cifre folli per uno strumento professionale, per il normale utilizzo di tutti i giorni basta una chiave dinamometrica come questa:

Questa chiave della Mighty ha un range di coppia che va da 2-24Nm, più che sufficinete a serrare la maggior parte delle viti di una bici. Viene fornita con tutte le chiavi esagonali più utilizzate, due torx  e una prolunga per raggiungere punti difficili.

Gli unici componenti che non è possibile regolare con questa chiave sono le calotte del movimento centrale BSA, il pacco pignoni e i pedali, per i quali è necessario andare ben oltre i 24 Nm per metro di questa chiave (vedi tabella delle coppie di serraggio in basso).

Come si utilizza la chiave dinamometrica

L’utilizzo è semplicissimo, la chiave è dotata di un manico girevole che ne regola la forza. Agendo su di esso, un indicatore di colore rosso posto sul manico stesso ci indicherà a quanta forza è regolata dopo di che utilizzando le apposite bussole con teste esagonali o torx andremo ad agire sulle nostre viti. Lo strumento stringerà la vite fino alla coppia massima di serraggio selezionata. Arrivato alla coppia impostata sentiremo un Tac e la chiave fletterà leggermente ad indicare che abbiamo stretto alla coppia voluta.

Ricordiamoci, una volta terminato l’utilizzo della chiave, di scaricare tutto il selettore di coppia portandolo a zero. Questo per evitare che lo strumento possa stararsi se lasciato caricato a coppie elevate.

Coppie di serraggio consigliate

Di seguito vengono elencate le coppie di serraggio consigliate per i vari componenti della bici. ATTENZIONE, si tratta soltanto di una indicazione di massima, per le corrette coppie di serraggio verificare sempre cosa indica il produttore del componente, di solito la coppia di serraggio è stampata sui componenti stessi in prossimità delle viti, in caso contrario consultare i manuali di istruzioni o chiedere al proprio fornitore. Si declina ogni responabilità in caso di rotture accidentali dovuti al non rispetto della corretta coppia di serraggio.


Collarino reggisella 7-10 Nm (se reggisella in carbonio verificare con il produttore)


Attacco manubrio su piega 5-8 Nm (5-6 Nm con piega in carbonio)


Cambio su forcellino 10-12 Nm


Attacco manubrio su cannotto forcella 5-8 Nm


Cassetta pignoni 40-50 Nm


Cavo del cambio 5 Nm


Cavo del freno 5 Nm


Comandi sulla piega manubrio 6 Nm (5 Nm con piega in carbonio)


Expander  cannotto forcella 6-10 Nm


Fascetta deragliatore su telaio 3 Nm


Freni su telaio 10 Nm


Forcellino 4-5 Nm


Morsetto sella in acciaio 8-15 Nm


Pedali 30-40 Nm


Calotte movimento centrale BSA 50 Nm


Portaborraccia 3-5 Nm


1 commento

La discussione è terminata